Storie sui social network: qual è il peso significativo di uno dei servizi più innovativi degli ultimi anni e perché va implementato all’interno della propria strategia pubblicitaria.

I social network rappresentano una solida costante che ha caratterizzato l’ambito socio economico dell’era attuale. Una presenza solida facilmente riscontrabile nel quotidiano, con utenti di tutto il mondo che in qualsiasi momento della giornata interagiscono all’interno di queste piattaforme.

Attualmente ne esistono oltre un centinaio, ma soltanto un numero ristretto catalizza l’attenzione di quasi tutta la popolazione mondiale. Facebook è stato il primo a riscuotere un successo straordinario, eguagliato e addirittura superato da Instagram. Ma possiamo annoverare anche TikTok, Snapchat, Linkedin, Youtube, Twitter, Pinterest, Whatsapp ecc. Tutti questi sono realtà molto diverse tra di loro, con un target e un impiego differente a seconda della finalità d’utilizzo. Ma allo stesso tempo per alcuni di essi è possibile trovare un elemento in comune, tale da rappresentare una delle maggiori novità da sfruttare per la propria strategia di marketing: le storie sui social network.

Storie sui social network

Tra i contenuti maggiormente apprezzati dai fruitori di queste piattaforme bisogna citare senz’altro le Stories sui social. Si tratta di foto e video dalla durata breve che vengono automaticamente eliminati dopo 24 ore dalla loro pubblicazione.  Sono considerata come un diario quotidiano con il quale condividere le notizie della giornata, pubblicizzare un contenuto ecc.

Il social capostipite ad aver impiegato questo strumento è stato Snapchat, ma è con le instagram Stories che i numeri sono saliti alle stelle, con centinaia di milioni di utenti in tutto il mondo che pubblicano o visualizzano una storia in qualsiasi momento. Successivamente anche Facebook ha messo in pratica questo servizio, seguito a ruota da Whatsapp stories e Youtube stories, presenti anche nell’app di messaggistica istantanea (all’interno della sezione aggiornamenti recenti) e nella piattaforma di video sharing, nelle quali stanno riscuotendo un ottimo riscontro.

stories sui social network
Instagram è il social che ha portato al successo i contenuti delle stories

Cosa sono le stories: una valida opportunità in ambito pubblicitario

Le storie sui social network vengono considerate un ottimo mezzo comunicativo da parte degli influencer, con il quale fidelizzare con i propri follower. Un modo per rendere il pubblico partecipe delle proprie iniziative, mantenendo quindi alto l’interesse verso il brand.

Anche i grandi marchi e le piccole e medie imprese hanno iniziato a comprenderne le enormi potenzialità, in modo tale da sfruttare questo format per fare pubblicità. Un ottimo mezzo col quale attuare una campagna di advertising volta ad incuriosire il potenziale consumatore, affinché possa sentirsi più affine al servizio o prodotto che gli viene mostrato. Un aspetto testimoniato dai numeri da capogiro, con le visualizzazioni che ogni giorno schizzano alle stelle.

A dover sfruttare questa ghiotta opportunità non sono soltanto i grandi marchi che hanno un seguito molto vasto. Anche il piccolo proprietario di un negozio può avere benefici da questo servizio, essendo un espediente col quale catturare l’attenzione dei profili da cui si viene seguiti.

Come pubblicare le storie sui social network

Nel realizzare una storia sulle varie piattaforme è opportuno tener fede di alcuni accorgimenti. In primo luogo bisogna prediligere un’interfaccia che ben si addice al logo del proprio marchio, affinché possa essere facilmente identificabile dal pubblico. Gli effetti visivi sono una buona soluzione per catturare l’attenzione, così come i motivi musicali.

Inoltre, per rendere partecipi i propri “adepti”, può risultare conveniente l’inserimento di sondaggi e domande ad hoc (ad esempio come avviene su ig stories). Allo stesso modo è opportuno variare la tipologia dei contenuti in base alla piattaforma nella quale verranno pubblicati. Facebook è indicta per quelli più formali, Instagram per un pubblico più giovanile e sbarazzino. Tuttavia chi desidera pubblicare su questi due social gli stessi contenuti può avvalersi della funzionie “condividi su Facebook” presente su IG.