Risparmia fino al 70% del tuo tempo nella gestione dei social network

Sondaggi social per fidelizzare con i propri followers

Sondaggi Social: come utilizzare questi strumenti per incuriosire gli utenti della rete e incrementare il legame tra loro e il proprio brand.

I Social network sono diventati le principali piattaforme web adoperate dagli utenti per interagire ed informarsi sui trend del momento. Ad utilizzarle non sono soltanto i comuni soggetti che vi creano un profilo privato, ma anche le aziende e i professionisti che vogliono sfruttare le opportunità offerte da questi mezzi per farsi conoscere. Rappresentano difatti un’occasione con cui migliorare il proprio business, attuando una valida strategia pubblicitaria.

Per ottenere ciò è fondamentale acquisire un numero consistente di followers, con l’auspicio che essi si trasformino in clienti. Essi possono assistere ai post e alle novità che vengono pubblicate all’interno della pagina ufficiale di un‘azienda. Per attirare il pubblico però bisogna proporre un prodotto o servizio che desti interesse, nonché mostrarlo nel miglior modo possibile. Ma ciò che fa la differenza è l’aprire un canale di comunicazione diretto con l’utente, con il fine di incrementare il livello d’attenzione e coinvolgimento verso il marchio.

Tra gli strumenti che si possono adoperare a riguardo possiamo annoverare i sondaggi Social.

Sondaggi Social

 

Cercare di coinvolgere l’utente tramite la propria pagina ufficiale è un passo fondamentale se si vuole ottenere una conversione. Ricevere like, indurre un profilo a lasciare un commento o ad utilizzare il servizio o prodotto offerto rappresentano i traguardi più ambiti per chi vuole fare pubblicità su questi ambienti virtuali.

Utilizzare i sondaggi sui social è un aspetto che può aumentare ulteriormente il trasporto da parte di chi naviga su queste piattaforme. Gli utenti restano fortemente incuriositi da ciò, spingendoli ad acquisir un maggior affiatamento con la pagina. Tenderanno inoltre a lasciare un commento al di sotto del sondaggio alimentando una discussione (attirando di conseguenza altri utenti), o ancor meglio a condividere il post nel proprio profilo.

 

Come creare i sondaggi social

L’atto in sé nel creare un sondaggio sui social network è abbastanza elementare. Prendendo come riferimento i sondaggi Twitter (il procedimento è simile con gli altri social) bisogna:

  • dirigersi nel riquadro relativo alla pubblicazione di un post;
  • scegliere l’icona posta tra gif ed emoticon;
  • scrivere la domanda;
  • inserire due o più scelte;
  • determinarne la durata.

sondaggi social

Discorso a parte per i sondaggi Instagram, dato che si trovano all’interno delle stories.

Un ponte tra brand e pubblico

Prima di fare questo tuttavia bisogna organizzare per bene tutto il contorno, ossia le modalità con cui esso viene pubblicato, in modo da ricavarne un buon tornaconto:

  • Porre un quesito su un trend del momento. Gli argomenti di dibattito che caratterizzano un determinato periodo sono quelli che generano un maggior interesse. Per comprendere quale sia il tema più caldo è sufficiente scovare le tendenze del momento, o ancor meglio quelle piò affini al proprio brand.
  • Non andare fuori tema. Se si ha ad esempio un profilo inerente ad un negozio di articoli sportivi ha poco senso pubblicare un rilevamento sulle ultime elezioni politiche. Magari sarà il tema del momento, ma risulterebbe poco affine al proprio settore di appartenenza.
  • Chiedere un consiglio ai propri followers. Rappresenta un buon modo per chiedere ai seguaci punti di vista e ottenere un responso su ciò che desiderano. Un esempio pratico è una pagina ufficiale di un cuoco che alimenta la propria attività sul web attraverso video e tutorial di ricette. Una richiesta potrebbe essere cosa cucinare la volta successiva, mettendo due o più opzioni e scegliendo quella più votata.
  • Non eccedere con le pubblicazioni. Intasare la home degli utenti, ancor peggio con più sondaggi social al giorno, risulterebbe controproducente. E’ opportuno gestire in maniera ponderata questo utile strumento, in modo da non farlo diventare fastidioso e seccante. Un buon range su cui attenersi per pubblicare può essere uno o due volte la settima.