LinkedIn: quali sono le ultime funzionalità introdotte negli ultimi mesi sul social network e perché conviene utilizzarle.

Utenti ed addetti ai lavori conoscono molto bene le opportunità offerte dai social network, essendo il metodo più congeniale per farsi conoscere nel settore del digitale. Lo scopo è quello di far crescere il proprio business, e conseguentemente l’immagine che il brand vuole diffondere agli occhi dei consumatori. Più volte in questa sede abbiamo osservate le peculiarità di queste piattaforme, andandone ad analizzare le caratteristiche in ottica advertising, ad esempio con i tool quali Creator Studio per Facebook oppure il servizio Ads per TikTok.

Oggi vogliamo trattare le ultime novità di LinkedIn, considerato il social ideale per i professionisti e i soggetti alla ricerca di lavoro.

LinkedIn news

LinkedIn è considerato uno dei maggiori social presenti sul web, con finalità però ben differenti rispetto agli altri competitor. E’ un ottimo strumento per accrescere le proprie conoscenze in ambito professionale, sia per le aziende che gli iscritti al social. Gli utenti possono mettersi in mostra agli occhi dei potenziali clienti, oppure cercare tra le offerte di lavoro pubblicate dalle imprese. Quest’ultime invece hanno la possibilità di sfruttare un valido servizio di reclutamento del personale, oltre stabilire canali di comunicazione con altre realtà del settore, ampliando in tal modo i propri orizzonti.

Negli ultimi anni la popolarità di questa piattaforma è cresciuta notevolmente, e con essa l’arrivo di nuove funzionalità destinate a migliorare l’esperienza d’uso da parte dei fruitori. Ecco le novità su LinkedIn apportate negli ultimi mesi:

Si tratta di cambiamenti che hanno apprtato numerosi vantaggi per gli utenti che operano nella piattaforma.

Novità LinledIn

Partiamo dall’icona OpenToWork, molto utile per coloro che sono in cerca di un’occupazione. Questa funzionalità consente al proprio profilo di apparire nelle ricerche eseguite da chi ha la necessità di visionare potenziali candidati, certificata anche dall’hashtag #opentowork presente nell’immagine del profilo. Viene attivata all’interno della sezione per la ricerca lavoro, con la possibilità di selezionare i destinatari: aziende/recruiter o qualsiasi profilo.

Molto utile per i comuni utenti anche la funzione relativa alla pronuncia corretta del nome. Una valida innovazione per mostrare agli altri profili quale sia l’intonazione o l’accento corretto del proprio nominativo, messa in pratica tramite la registrazione di un file audio.

Quello dei sondaggi LinkedIn è un ottimo servizio per chi gestisce un gruppo o una pagina ufficiale, con l’intento di destare interesse verso i propri appartenenti o seguaci, comprendendone i gusti e i punti di vista.

linkedin news

Per realizzarne uno basta pigiare sull’apposita sezione e comporre il quesito da proporre al pubblico. Non può essere più di 140 caratteri, con un massimo di 4 risposte e 14 giorni di durata. Il creatore può inoltre osservarne l’evoluzione in prima persona, con notifiche che mostrano le volontà espresse dai votanti.

La skill relativa alla notifica dipendenti è indicata prevalentemente per le aziende e i gestori di una pagina che vogliono tenere aggiornati i lavoratori sull’uscita di un nuovo post. Si può scegliere a quanti profili destinarla e soprattutto le tempistiche di invio.