Hashtag su Facebook funziona davvero? Analizziamo più da vicino la reale efficacia di uno strumento già fruito con successo sulle altre piattaforme.

La grande varietà di social media consente una valida differenziazione per quanto riguarda l’offerta destinata al pubblico in rete. Ogni piattaforma infatti è contraddistinta da funzioni specifiche che vanno a delinearne l’identità, ognuna delle quali con un preciso target di riferimento. Tuttavia i vari competitor hanno inserito alcuni aspetti considerati caratteristici di un social (almeno agli albori) in modo tale da sfruttarne le potenzialità. Alla base vi è la volontà di migliorare l’esperienza utente, oltre a supportare la strategia di comunicazione messa in atto dai vari brand.

Da citare in tal senso l’introduzione di qualche anno fa degli hashtag su Facebook, tuttavia non particolarmente utilizzati a dovere. Uno scarso impiego dovuto essenzialmente ad una scarsa affinità con le peculiarità di questo social, il che rende quasi inutile l’impiego di queste funzionalità.

Hashtag su Facebook: uno strumento poco funzionale

Partiamo subito col dire che mettere hashtag su Facebook, introdotto ormai da diversi anni, non ha riscosso in realtà il successo auspicato. Una differenza sostanziale rispetto ad Instagram e Twitter, particolarmente adatte per questa tipologia di strumento. Tale sistema adoperato viene adoperato per “contrassegnare” un post inserendo una sorta di keyword relativa ad argomenti in voga. Una vera e propria manna dal cielo per aziende e influencer, i quali possono divulgare un post favorendo di fatti una crescita esponenziale del numero di interazioni. Si può fare un esempio pratico riguardo un marchio di moda, intento a pubblicizzare costumi da bagno. Il contenuto postato, con hashtag che rimandano a tematiche quali #moda, #caldo, #vacanza #summer ecc., verrà quindi veicolato su queste tendenze, con la possibilità di essere visualizzato da un numero elevato di utenti.

hashtag su facebook

Allo stesso tempo un aspetto molto semplice ridimensiona l’efficacia di un hashtag su Facebook, ovvero l’uso privatistico che gli utenti fanno di questo social. I vari post visualizzati e condivisi difatti sono perlopiù all’interno della propria cerchia di utenti, rimanendo difatti estraniati da un contesto pubblico più ampio. Condizione che non si verifica nelle realtà citate in precedenza, con una portata enormemente superiore.

Quando e come usare gli hashtag su Facebook?

In base alle analisi effettuate dalle maggiori agenzie di web marketing creare hashtag su Facebook è utile in prevalenza per la promozione di eventi, potenzialmente digitati da un alto numero di utenti.  Oppure dalle aziende che desiderano proporre un sevizio i un prodotto di tendenza. In quest’ultimo caso altresì vi deve essere la consapevolezza che Instagram o Twitter risultano più indicati per queste finalità. Ad ogni modo eccedere con fare spropositato con il loro utilizzo può inficiare l’indicizzazione all’interno del social.