Clubhouse come funziona: quali sono le peculiarità del nuovo social network che sta catalizzando l’attenzione di milioni di utenti e in cosa si differenzia rispetto agli altri competitors.

Da ormai quindici anni i social media sono diventati i principali strumenti adoperati nella comunicazione odierna. Tutto è iniziato da Facebook, il primo a raggiungere numeri altisonanti con un’egemonia messa a dura prova solamente con la nascita di Instagram, la piattaforma sorella peraltro facente parte anch’essa del gruppo Zuckerberg. Da pochi mesi però vi è un’altra piattaforma in netta crescita, al punto tale da divenire in brevissimi tempi una realtà di rilievo nel panorama internazionale ottenendo un ampio seguito tra Stati Uniti e vecchio continente. Ci riferiamo a Clubhouse, la nuova creatura d’oltreoceano che sta catturando l’interesse di milioni e milioni di followers.

Ma come funziona Clubhose? Vediamo quali sono le motivazioni che si celano dietro questo exploit? Analizziamone le funzionalità e soprattutto perchè potrebbe far gola ai vari brand in ottica web marketing.

Come funziona Clubhouse

Per comprendere come funziona Clubhouse dobbiamo mettere un attimo da parte l’idea che ognuno di noi si è fatto in merito agli altri social finora utilizzati. In questo frangente parliamo di un palcoscenico ben più complesso, dove vige un carattere privato e incline in misura inferiore all’esposizione di massa. Ma andiamo con ordine.

Si tratta infatti di una piattaforma articolata in diverse postazioni (denominate stanze) all’interno delle quali gli iscritti interagiscono tramite comunicazioni audio, quindi vocali criptati cancellati dopo la chiusura della stanza. Tuttavia possono essere salvati in caso di atti irrispettosi non concessi dal regolamento.

clubhouse come funziona

 

L’accesso avviene tramite invito di uno dei profili già presenti all’interno delle stanze, destinato unicamente a soggetti maggiorenni e con le reali generalità riportate al momento dell’iscrizione.

Chi può iscriversi a questo social network?

Possiamo suddividere tre tipologie di utenti:

  1. Listener (o ascoltatori),
  2. Moderatori
  3. Speaker

I moderatori sono coloro che devono amministrare l’interazione, cacciando chi si rende colpevole di comportamenti ritenuti scorretti, ad esempio con asserzioni a favore del razzismo, azioni di cyber bullismo ecc. Gli speaker emettono gli audio, mentre gli ascoltatori invece possono chiedere la possibilità di fare interventi.

Ecco come funziona Clubhouse, una sorta di luogo chiuso, per meglio dire privato, con peculiarità differenti rispetto ad esempio ad Instagram, dove la comunicazione e le interazioni tra gli utenti avvengono in un “teatro all’aperto”. Questo fattore però può configurare come un arma da tenere in considerazione per i grandi marchi e le picole e medie imprese.

clubhouse come registrarsi

La possibilità di creare un gruppo chiuso è ideale per favorire la comunicazione tra brand e consumatore. Prendiamo come riferimento un’azienda qualsiasi che avrà certamente un buon numero di followers interessati ai prodotti che essa mette in commercio. Clubhouse rappresenta un ottimo mezzo per comunicare e scambiare informazioni rapide con i vocali, avvicinando ancor di più l’utente e rendendolo partecipe alle discussioni in materia.

Cos’è Clubhouse, una piattaforma dal successo fulmineo

Vedendo Clubhouse come funziona possiamo vedere come la sua escalation sia stata davvero repentina, tenendo conto che l’ingresso sul mercato è datato febbraio duemilaventi. Il capitale investito si aggira sulla dozzina di mln di dollari, ma il valore del “prodotto” si è decuplicato in nemmeno dodici mesi dal lancio. Merito di una crescita esponenziale che ha coinvolto oltre due milioni di utenti Apple, ma soprattutto di investitori di alto rango che hanno creduto alla bontà del progetto, immettendo le proprie disponibilità finanziarie. Numeri che saliranno ulteriormente non appena vi sarà l’ingresso di Clubhouse su Android.